• Domenica 18 October 2009 alle 8:59
Sicurezza stradale, Asaps: tolleranza zero per l?ÇÖalcol e limiti di velocit?á pi?? rigidi. Le proposte

L’Asaps non ha dubbi: per la sicurezza stradale bisogna avere tolleranza zero. Il presidente dell'Associazione, Giordano Biserni, ha ricordato come nell'ultimo anno gli incidenti siano diminuiti e come, dopo le modifiche di legge degli ultimi due anni, l'incremento dei controlli con gli etilometri (250.000 nel 2006, 800.000 nel 2007 +220%, 1.400.000 nel 2008 +43% e probabile quota 1.800.000 nel 2009) abbia alzato la probabilità di subirne uno da una volta ogni 140 anni ad una ogni 18-19 anni.

E’ il tema alcol il pomo della discordia: nessun limite da superare ma tolleranza zero, rilancia l’Associazione. L'Asaps ha, infatti, proposto che il valore alcolemico zero, già previsto per i neopatentati e i conducenti professionali, sia esteso a tutti i recidivi per almeno 3 anni dopo il primo controllo positivo e Biserni ha ribadito la necessità di arrivare a 4-5 milioni di controlli con l'etilometro ogni anno. Inoltre, dato che per l'Asaps è findamentale la partecipazione delle Polizie Locali, si dovrebbe prevedere che tutti i comuni, con un numero di abitanti superiore a 5.000 o a 5 agenti nel loro organico, obbligatoriamente si dotino di etilometri e di narcotest.

Infine, sulla velocità, l'Associzione ha ribadito di essere contraria all'ipotesi del limite a 150 km/h nelle autostrade a 3 o 4 corsie. In discussione anche la patente a punti: secondo l'Associazione i conducenti hanno capito che è difficile perdere i punti ed è facile recuperarli. Bisognerebbe pertanto procedere a sistemi più rigidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 1,562.5000
T3 = 1,562.5000
T4 = 1,562.5000
T5 = 1,562.5000
T6 = 1,562.5000
T7 = 1,562.5000 > 55792.93 > 55792.92