• Domenica 21 February 2010 alle 8:59
Allarme smog: dopo Milano e Torino, auto ferme in altri 80 comuni

Dopo Milano e Torino, sono diventati 80 i Comuni di sette Regioni del Nord Italia (Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Trentino) con l’aggiunta della città di Napoli hanno dato il via libera al blocco del traffico per domenica 28 febbraio, con orari variabili da comune a comune, ma indicativamente nella fascia oraria compresa tra le 9 e le 17. La decisione è stata presa nel corso della riunione di venerdì mattina a Palazzo Marino (Milano) fra i sindaci della Pianura padana che hanno deciso di dar vita a un coordinamento di tutti gli amministratori comunali del nord, composto dal presidente dell’Anci nazionale, dai coordinatori dell’Anci delle sette Regioni coinvolte e dai due assessori all’Ambiente di Torino e Milano.

Il comitato si propone di portare avanti iniziative condivise contro l’inquinamento e, tra le proposte, c'è anche quella di ritoccare i pedaggi delle autostrade e delle tangenziali, partendo da quelle più trafficate che convergono nei centri urbani più grandi per reperire risorse a favore dei comuni da investire nella lotta all'inquinamento. Questa idea è stata avanzata dal sindaco di Torino, Sergio Chiamparino. Ma l'iniziativa è stata accolta favorevolmente dai Verdi secondo cui lo smog sta diventando una vera e propria emergenza sanitaria.

Le novità riguardano anche un nuovo programma di efficientamento per gli edifici pubblici comunali nell'ambito di un aggiornamento dei Piani Energetici Comunali (PEC); riorganizzare la rete del trasporto urbano e potenziare il trasporto collettivo; integrare, di concerto con le regioni, le reti di trasporto regionali su ferro e su gomma; disporre controlli sull'efficienza degli impianti termici civili".Ed e' qui che i Comuni di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna chiamano in causa il Governo centrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 781.2500
T3 = 781.2500
T4 = 781.2500
T5 = 1,562.5000
T6 = 1,562.5000
T7 = 1,562.5000 > 76554.77 > 76554.75