• Martedì 24 Marzo 2015 alle 9:59
Benzinai: nuovo sciopero per i distributori in autostrada il 31 marzo e primo aprile. I motivi

E' in  programma dalla mezzanotte del 31 marzo alle 24 di mercoledì primo aprile un nuovo sciopero dei benzinai in autostrada, sciopero proclamato nuovamente dai gestori delle aree di servizio, su tutta la rete autostradale nazionale, per “l'atteggiamento di totale arroccamento delle strutture politico-burocratiche dei Ministeri competenti a difesa del sistema”. Come si legge in una nota diffusa, i gestori denunciano un sistema che “garantisce aumenti sistematici di pedaggi e tariffe proroghe ultra decennali e la possibilità di imporre un regime di royalty esclusivo”, che causa i prezzi più alti d’Europa.

Le Organizzazioni di categoria hanno spiegato “E’ giunto ormai il momento che lo Stato metta anche i potenti concessionari di fronte alla necessità di rinunciare almeno ad una parte del bottino che gli è stato assicurato in tutti questi lunghi anni, facendo loro comprendere che nella tariffa è già compreso il pagamento del servizio pubblico che sono chiamati a dover garantire: pretendere di imporre anche ulteriori royalty su carburanti, caffè e panini significa esigere di incassare due volte per la medesima prestazione”.

Intanto, dopo i ribassi dell’ultima settimana, sono tornati ad avere la freccia verso l’alto i prezzi dei carburanti, nel corso del fine settimana: sabato c’è stato un rialzo dell’accoppiata Q8-Shell, rispettivamente di 1,5 e 0,5 centesimi/litro su benzina e diesel. Oggi nessun rincaro, ma i prezzi praticati sul territorio sono ancora in leggera salita e la media nazionale della ‘verde’ è tornata così sopra 1,7 euro al litro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 0,0000
T6 = 0,0000
T7 = 0,0000 > 83693,83 > 83693,83